Blog: http://francobruno.ilcannocchiale.it

I tribunali non devono chiudere

«I tempi ipotizzati per l'entrata in vigore a regime delle norme in merito alla revisione delle Circoscrizioni giudiziarie lasciano pensare che si tratti esclusivamente di un provvedimento 'spot'». Lo dichiara intervenendo oggi in commissione il senatore Franco Bruno, capogruppo per il Terzo Polo (Api-Fli) in commissione Giustizia.
 
«Va da se - continua Bruno - che per come impostata la questione e, soprattutto, per i tempi previsti per il trasferimento del personale e delle sedi, le decisioni saranno affrontate in maniera diretta solo dal nuovo Governo e, quindi, saranno motivo di contesa e di impegni vari in campagna elettorale. Ci sono partiti che nelle riunioni pubbliche e ufficiali si sperticano di lodi verso il ministero salvo poi rassicurare i propri referenti territoriali sul fatto che tutto sarà modificato fin dalla prossima legislatura. Questo è un gioco dal quale bisogna sottrarsi».
 
«La chiusura dei tribunali si può evitare - osserva l'esponente di ApI -: il comparto giustizia darà già tantissimo ai risparmi dello Stato sopprimendo 674 sedi di Giudici di pace e 220 sezioni distaccate. Esiste, quindi, la concreta possibilità di evitare la chiusura prevista dei 37 tribunali se solo si lasciasse prevalere il buon senso e la necessità di non sguarnire il territorio di fondamentali presidi e simboli di legalità», conclude Bruno.

Pubblicato il 19/7/2012 alle 10.9 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web