.
Annunci online

  francobruno Il blog di Franco Bruno
 
Diario
 


Nessuno vi può dare la libertà.
Nessuno vi può dare l'uguaglianza
o la giustizia.
Se siete uomini, prendetevela.

email:
francesco.bruno@senato.it
 


Ospite della trasmissione Rai Uno mattina del 2 febbraio 2010.

Seduta del Senato n. 309 del 12 /01/2010
sui fatti di Rosarno.








 


27 marzo 2013

Continuo a pensare che non sarebbe male se Bersani riuscisse a formare un governo

Continuo a pensare che non sarebbe male se Bersani riuscisse a formare un governo. A formarlo e a guidarlo. Ho visto Bersani all'opera da Ministro. Ho visto responsabilità, cultura di governo, ascolto e determinazione. Mi piacerebbe rivedere all'opera, da Presidente del Consiglio, quel Ministro. Probabilmente, per i miei gusti, sarebbe eccessivamente dialogante con i leghisti, magari poco sudista, ma sarebbe sicuramente favorevole alla Tav, per le liberalizzazioni, per l'Europa, per riconoscere ruolo e valore ai sindacati, per restituire onore ad una generazione che ha fatto politica con onesta' e competenza e che non si sente affatto coinvolta da scandali e furfanti. Purtroppo le elezioni ci hanno fornito un quadro abbastanza sconfortante. Per dirla con Polito "le elezioni ci hanno consegnato tre vincitori. Se uno dei tre non si allea con nessuno, o si alleano gli altri due o non c'è soluzione". Del resto votare con questa legge elettorale ci riconsegnerebbe di nuovo un Senato senza maggioranza e una Nazione ancora più stressata, impoverita ed impaurita. Un Paese che ha invece, hic et nunc, assoluta necessità di raccogliere i frutti dei sacrifici effettuati e non di vederli vanificati sull'altare di future convenienze di partito. Basterebbe stabilire alcune semplici regole comuni che in altre democrazie sono la norma. Ne cito alcune (non a caso): una legge elettorale condivisa, insieme ad una norma di accompagnamento che garantisca l'applicazione di quella legge per almeno qualche decennio; la garanzia che l'avversario politico si possa battere con le solo armi della politica e non ricorrendo a voti di "particolari" commissioni parlamentari, soggette alla mutabilità delle maggioranze di turno; la riconferma condivisa che la Magistratura, anche a sua tutela, non diventerà mai un potere concorrente ma resterà un ordine autonomo ed indipendente; una legge coerente sul conflitto d'interesse; misure urgenti per affrontare la crisi ed aiutare la crescita. Su altre questioni le posizioni non sono molto distanti. Su altre ancora e' giusto che ci siano differenze sostanziali e posizioni diverse. Proprio su queste si tornerà a votare. Speriamo che per allora la politica abbia saputo riconquistare un margine di affidabilità e autorevolezza. Un po' di tempo fa l'ennesimo uragano, "Gustav", rischiava di flagellare l'America del Golfo durante l'elezioni presidenziali. Non era affatto scontato che Obama potesse prevalere su McCain. Io tenevo per Obama ma quando ho sentito Cindy McCain durante la convenzione dei repubblicani dichiarare che avrebbero sospeso le manifestazioni perché "siamo tutti americani, non più repubblicani" ammetto di aver provato un po' d'invidia per una politica che è in grado di mettere gli interessi concreti al di sopra di quelli di partito.




permalink | inviato da francobruno il 27/3/2013 alle 17:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     luglio        aprile
 

 rubriche

Diario
Il Libro
Giustizia

NeoMedi on Facebook


 Appuntamenti





Create polls and vote for free. dPolls.com

Blog letto 167597 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom